Musica

Angelo Sorato

Angelo Sorato, flauto bansuri, polistrumentista. Inizia lo studio del sassofono a 15 anni, suonando successivamente in diverse formazioni jazz, funky e soul. Il suo interesse per il suono della voce, per gli strumenti a fiato e per le musiche di tutto il mondo, lo porta ad avvicinarsi alla musica indostana ed in particolare al bansuri e al suo maestro Lorenzo Squillari, discepolo diretto dell'Ustād Ali Akbar Khan. Studia al Conservatorio di Vicenza nel Corso Accademico di Tradizioni Musicali Extraeuropee ad Indirizzo Indologico, superando gli esami di flauto e canto con il massimo dei voti, presentando la tesi “Allauddin Khan, Senia-Maihar Gharānā ed evoluzione della musica classica indostana”, e diplomandosi con lode. Frequenta regolarmente seminari e masterclass di grandi maestri, tra i quali il Pandit Hariprasad Chaurasia, Pandit Ritwik Sanyal, Gundecha Brothers, Amelia Cuni, Gianni Ricchizzi, GS Rajan.

Partecipa come solista ed accompagnatore per la danza indiana (bharatanatyam e khatak), a numerosi eventi organizzati dal Conservatorio di Vicenza (Palazzo Trissino al Corso, Chiesa di Santa Chiara, Palazzo Opere Sociali, Palazzo Cordellina, Chiesa di San Giuliano, Museo Civico di Palazzo Chiericati, Centro Culturale Italo-Tedesco, Convento di S. Maria del Cengio), a Treviso (Musei Civici di Treviso, S.Caterina), Montegrotto Terme (Festa della Musica MiBACT), e presso il Conservatorio Statale di Musica Jacopo Tomadini a Udine. Nel 2017 partecipa come solista al Festival nazionale dei Conservatori italiani - Città di Frosinone.

Nel 2010 partecipa alla rassegna di teatro, musica e danza “Irreparabili”, di Teatrocontinuo (PD), nello spettacolo “Satyakama-Desideri di Verità”, iniziando a collaborare come musicista accompagnatore e solista negli spettacoli di musica e danza kathak della danzatrice Rosella Fanelli.

Dal 2012 collabora con Fabio Lazzarin (tabla), proponendo un repertorio di musica classica strumentale indiana ed esibendosi in numerosi concerti e spettacoli a Venezia (Chiesa di SS. Rocco e Margherita, CZ 95 Centro Zitelle Culturale Multimediale, Teatro Marinoni al Lido, Libreria Feltrinelli, Scuola dei Laneri, Teatrino Groggia, Circolo ARCI Franca Trentin Baratto, Spazio Espositivo Imagoars per il finissage della mostra personale del Maestro Franco Mescola “Sette preziosi processi”, Caserma Pepe al Lido per “Fortinfest”, Chiostro di Ss. Cosma e Damiano per il live painting dell'artista tibetano Tashi Norbu organizzato da Padiglione Tibet), Portello River Festival (PD), Centro Culturale Karuna (TV), Treviso Yoga Day 2017, ecc. Dal 2012 collabora con la danzatrice di bharatanatyam Marianna Biadene, partecipando alla rassegna “Natyakala: incontro con le tradizioni teatrali e musicali dell'India”, diretta da Marianna Biadene e presentata annualmente a Venezia con la partecipazione di artisti di richiamo internazionale ospiti dall'India, accompagnandola ed esibendosi come solista in numerose occasioni tra cui: “I'm possible festival” presso il Teatro Marinoni al Lido, “Portello River Festival” (PD), “Nādānta: Il Passo dell'Invisibile, Canti e Danze dell’India Antica” per Teatrocontinuo (PD), “Devadwani”, con il danzatore di bharatanatyam Hiten Mistry, presso il teatro Tom Benetollo (PD), ecc. Nel 2012 partecipa alla registrazione del cd “Reset the World”, di Giuseppe Sorato (tastiere) e Nicola Sorato (basso elettrico). Nello stesso anno partecipa come solista a “Variazioni sul Mito. Apollo, Dioniso, Ulisse, Adriano: voci di eros e sapienza antica”, presso il Museo Archeologico di Venezia, iniziativa promossa dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico artistico ed etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Venezia e dei Comuni della Gronda lagunare, in collaborazione con il Centro Studi ClassicA, la scuola di dottorato dello IUAV di Venezia e l’associazione culturale Engramma.

Nel 2013 partecipa come solista a “Voices, Sounds, Night Encounters at Palazzo Grimani”, presso Palazzo Grimani a Venezia. Dal 2013 collabora in numerose occasioni con la M. Cristina Antonini, utilizzando il bansuri in organici vocali e strumentali propri della tradizione classica Occidentale, presso il Festival Biblico a Vicenza, la Basilica di Santa Giustina (PD), il Festival di Musica Sacra a Cortona (AR), il Duomo di Cecina (LI), e partecipando al dvd “Signum in Montibus (I sette martiri di Tibhirine). Mistero in sette quadri su testo di Augusta Tescari”, uscito nel 2016 per le edizioni Angelicum.

Nel 2015 accompagna dal vivo la danza di Rosella Fanelli (kathak) e Nuria Sala Grau (bharatanatyam), durante il convegno “Tradizione Musicale Indiana, prospettive, espressioni, confronti”, organizzato dal Dipartimento di Studi sull'Asia e sull'Africa Mediterranea dell'Università Ca' Foscari di Venezia, in collaborazione con il Dipartimento di Musica extraeuropea (Musica indiana) del Conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza. Nello stesso anno partecipa alla registrazione dei cd “Calling of the Soul” di Stokha Krishna Das, e “Aldilà” del gruppo Airway, uscito per la IRMA Records ed edito per Warner Chappell. Si esibisce presso lo Spazio Juliet, ParCO Foundation di Casier (TV), durante l'apertura della mostra “Cinguettii” dell'artista argentina Martina Escobar Perez. Assieme a Clarence Swapan Gomes (tabla) e Riccardo Misto (chitarra, sarod, rebab) partecipa a “Giornata inAsia”, evento organizzato dall'associazione culturale InAsia presso l'Opificio dei Sensi (VR), e con lo stesso organico si esibisce presso lo spazio culturale laFogliaeilVento (VR).

Nel 2016 partecipa come solista ed accompagnatore agli eventi “Mantra a Gran Voce” e “International Yoga Day” (Piazza dei Signori, Vicenza). Partecipa come solista ed accompagnatore per la danza kathak di Rosella Fanelli all'EPARM forum 2016 (European Platform for Artistic Research in Music). Accompagna Rosella Fanelli nello spettacolo “Racconti del Corpo e dell'Anima – Musica e danza dall'India”, presentato al Venice Open Stage 2016, e al Museo Civico di Palazzo Grimani, Venezia. Partecipa a Fortinfest (Festival dell'inclusione delle diversità attraverso l'arte per il sociale), suonando con Fabio Lazzarin presso la Caserma Pepe al Lido. Collabora con Patrizia Ashima Saterini, partecipando allo spettacolo “Spezie Sonore” (Teatro chiesa Sacro Cuore, Parma), e accompagnandola nel “Maha Mantra Day” (Corte dei Bissari, Vicenza).

Dal 2017 collabora con Simona Apsaras Chalikovaite (voce) e Riccardo Meneghini (tabla), proponendo un repertorio originale basato sulla tradizione classica indiana. Collabora con l'ensemble Marga Samgita, proponendo un repertorio di musica classica indostana, carnatica, e l'accompagnamento della danza kathak e bharatanatyam. Nel 2017 partecipa come solista al Festival nazionale dei Conservatori italiani - Città di Frosinone.

Altre collaborazioni Maurizio Murdocca (tabla), Pierlamberto Ripesi (testi), Lorenzo Squillari (bansuri) Barbara Zoletto (canto).

Nel 2011-2012 ha tenuto corsi di flauto bansuri presso Cantieri Giovani, con il patrocinio del Comune di Bassano. Ha tenuto seminari a Bassano (Bioveganfest 2011-12, Festa delle Culture 2013-14), Lonigo (“La Via del Suono” 2014) e Venezia (CZ 95 Centro Zitelle Culturale Multimediale, Teatro Marinoni al Lido). Nel 2016 partecipa al Workshop di Inroduzione alla Ricerca Artistica in Musica presso il Conservatorio “Luigi Cherubini“ di Firenze, organizzato dall'Associazione per la ricerca artistica e musicale in Italia (RAMI), e dall'Istituto Orpheus di Gent (Belgio), presentando la ricerca “Allauddin Khan: Innovazione nella Tradizione della Musica Classica Indiana”. Attualmente tiene corsi di flauto bansuri a Venezia (presso la SMAV Scuola di Musica Antica Venezia), Padova, Vicenza (Corso libero di Bansuri presso il Conservatorio di Musica di Vicenza “Arrigo Pedrolloˮ), Bassano, e Verona.

 

Per assicurarti un'esperienza il più possibile piacevole in questo sito, utilizziamo cookies anche di terze parti. Continuando la navigazione, dai il tuo consenso al loro utilizzo.